Attualità
In una pianta giapponese molecole di longevità
21 Febbraio 2019

Si chiama Ashitaba ed è stata studiata all'Università di Graz in Austria

Longevità? Il segreto sta tutto nelle foglie di Agnelica keiskei koidzumi, una pianta conosciuta anche con il nome giapponese di Ashitaba che significa "foglia di domani". Ed è, infatti, di un domani senza fine che pare essere custode. A rivelarlo, un team di ricercatori dell’Università di Graz in Austria guidati da Frank Madeo.

La squadra avrebbe, infatti -come pubblicato su Nature e riportato da zmescience.comesaminato un gruppo di flavonoidi, molecole derivate dalle piante, noto per promuovere la salute cellulare e associato a una vasta gamma di potenziali benefici per la salute. Identificato il 4,4'-dimetossicossone (DMC) come un potenziale prolungamento della durata della terapia. Lo hanno testato su lievito, vermi e moscerini della frutta, confermandone il potenziale. Poi sono passati a studi su cellule umane e topi. Trattamento con cellule cardiache protette da DMC nei topi dopo ischemia miocardica prolungata (riduzione del flusso sanguigno al cuore) che porta a una minore area di morte dei tessuti. Gli effetti protettivi sono stati trovati associati ad un aumento dell'autofagia, portando a cambiamenti metabolici sistemici.

La pianta Ashitaba, che appartiene alla famiglia delle carote, è stata a lungo utilizzata nella medicina tradizionale giapponese. Tuttavia, le sue presunte proprietà benefiche non erano state completamente dimostrate negli animali vivi - fino ad ora. Attenzione, non basta mangiare le foglie giapponesi raccomandano i ricercatori. Del resto, ci tengono a sottolineare, lo studio condotto è preliminare. “Dimostrare la sua efficacia su lievito e vermi è una cosa -spiegano- applicarla agli esseri umani vivi è una cosa completamente diversa.


Tags: #salute #florovivaismo #ricerca

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017