Attualità
Sostenibilità: settore del fresco punta su economia circolare e risorse umane
11 Febbraio 2020

L’analisi del Trend Report 2020 “Do The Right Thing (Right)” per Fruit Logistica

Cosa possono fare le aziende produttrici di alimenti freschi per combattere il cambiamento climatico e proteggere le persone che lavorano nelle loro catene di approvvigionamento, mantenendo al tempo stesso imprese sostenibili e redditizie? In un quesito le sfide ambientali ed etiche della sostenibilità che il settore ortofrutticolo si trova ad affrontare, rese protagoniste del Fruit Logistica Trend Report 2020, dal titolo "Do The Right Thing (Right)" e realizzato da RaboResearch Food & Agribusiness.

L’indagine offre una tabella di marcia per il miglioramento in aree di interesse ambientale ed etico e delinea le più importanti questioni di sostenibilità per il settore. Mette in chiaro i topics più importanti per un’industria, quella ortofrutticola, che si sta muovendo verso l’economia circolare. Tra questi: conservazione dell'acqua, i rifiuti alimentari, gli imballaggi, l'uso di prodotti chimici, il consumo di energia e il trattamento dei lavoratori.

Parallelamente, il Report, presenta esempi convincenti di come produttori, distributori e rivenditori stiano trattando meglio le persone e il pianeta apportando importanti cambiamenti al loro modo di operare. Strategie che trovano alleati e proposte di soluzioni nella tecnologia, nella coltivazione in serre, nell’agricoltura di precisione, nell’utilizzo di robot, ma anche nelle risorse pulite, in energia geotermica e in metodi naturali di protezione del raccolto.

Va ricordato, infatti -come fa il dossier- che nella maggior parte delle regioni del mondo, l’agricoltura è responsabile di oltre il 70% dell’uso di acqua dolce e si prevede che aumenterà di almeno il 15% entro il 2050. Molte aree sono destinate a soffrire di stress idrico. A titolo di esempio l’impronta idrica media globale delle mele è di 822 litri al chilo, mentre le arance consumano 560 l /kg e il mango 1.800 l/kg.

"C'è una forte motivazione commerciale per la sostenibilità, che comprende la riduzione dei rischi e la creazione di una posizione a lungo termine come partner di fiducia per gli stakeholder interni ed esterni -ha spiegato Cindy van Rijswick, autrice del rapporto.- Ci sono, naturalmente, anche delle sfide che il settore deve affrontare".

Vai al Report “Do The Right Thing (Right)”


Tags: #ortofrutta #acqua #ambiente #innovazione #lavoro #sostenibilità

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017