Comunicati
Dazi Usa: Cia, a rischio 10% export, serve massimo sforzo diplomatico
25 Giugno 2020

Nell'ultimo anno l'Italia ha spedito 4,2 miliardi di euro di prodotto sul mercato statunitense

I nuovi dazi minacciati da Trump rischiano di far saltare il 10% dell’export agroalimentare italiano e serve il massimo sforzo diplomatico per scongiurare un impatto economico devastante, soprattutto in questo primo periodo di ripresa post Coronavirus, sui prodotti più importanti del Made in Italy. È questo l’appello di Cia-Agricoltori Italiani, dopo il nuovo aggiornamento della lista dei prodotti e dei Paesi europei che rischiano di subire la scure dei dazi imposti dal Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

In base a questa revisione, infatti, oltre a formaggi, salumi e alcuni alcolici che già da mesi hanno subito un incremento dei dazi del 25%, anche prodotti come vino, olio extravergine d’oliva e pasta rischiano pesanti stangateNell’ultimo anno, l’Italia ha spedito 4,2 miliardi di euro di prodotto sul mercato statunitense e il 10% delle esportazioni agroalimentari italiane sono approdate sulle tavole dei consumatori a stelle e strisce. 

Gli Usa sono, in particolare, il primo mercato di sbocco del vino italiano, con 1,5 miliardi di euro e un peso sulle esportazioni totali oltreoceano del 35%. Percentuale in crescita, visto che nei primi 9 mesi del 2019 avevano già superato del 4,6% il dato dell’anno precedente, con un’impennata per gli spumanti (+9%). Si tratta di un’incidenza di quasi il 30% sull’export totale di vini tricolore, molto più del diretto competitor transalpino, la cui quota non arriva al 20%. Il rischio dazi, quindi, lascerebbe strada libera ai competitor che potranno aggredire una quota di mercato molto appetibile: dal Malbec argentino, allo Shiraz australiano, fino al Merlot cileno.

“L'imposizione di nuovi dazi doganali infliggerebbe danni alle imprese e ai produttori e metterebbe a rischio un mercato florido per le nostre aziende -spiega Dino Scanavino, presidente Cia-Agricoltori Italiani-. Serve lavorare a livello europeo per salvaguardare il nostro sistema agroalimentare che già soffre a causa delle conseguenze della pandemia”.


Tags: #agroalimentare #accordi #agricoltori #crisi #emergenza #export #MadeinItaly #mercati

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017