Attualità
Corte Ue: studi su glifosato siano pubblici
07 Marzo 2019

Il Tribunale impone all'EFSA di aprire accesso

L'Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare, aveva negato l'accesso agli studi sulla tossicità e la cancerogenicità del glifosato, ora la Corte Ue interviene ad annullare tale decisioni affinché le ricerche condotte siano pubbliche. La sentenza arriva in risposta alle cause presentate da quattro eurodeputati e un cittadino che si erano appellati ai giudici Ue.

"L'interesse dei cittadini ad accedere alle informazioni -secondo quanto stabilito dai giudici europei e riportato da ANSA Terra&Gusto- è non solo quello di sapere che cosa è, o prevedibilmente sarà, rilasciato nell'ambiente, ma anche quello di comprendere il modo in cui l'ambiente rischia di essere danneggiato dalle azioni in questione". Gli studi riguardavano, infatti, la dose giornaliera ammissibile (ADI) di glifosato e risultati e analisi sulla cancerogenicità della sostanza attiva.

Secondo l'Efsa la divulgazione delle informazione avrebbe potuto "arrecare un serio pregiudizio agli interessi commerciali e finanziari delle imprese" autrici degli studi e "non esisteva alcun interesse pubblico prevalente alla divulgazione". Oggi, stando alla decisione del Tribunale Ue, l'Efsa è stata, invece, "condannata" ad aprire gli archivi per via dell'interesse pubblico prevalente


Tags: #fitosanitario #agricoltura #salute

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017