Attualità
Con l’agriturismo “esperenziale” campagne tutte da vivere
18 Novembre 2019

A Roma un convegno dedicato col direttore di Turismo Verde-Cia Tommaso Buffa

Dall’agro-wedding all’agro-spa, dall’agrichef a domicilio a “passione cavalli”, dall’orto per tutti i giorni a “imparare con le mani” per famiglie e bambini. Sono tutti esempi delle esperienze da vivere negli agriturismi italiani, oggi al centro di un convegno dedicato promosso a Roma dalla Camera di Commercio locale.

Un titolo esplicativo, “Agriturismo esperenziale”, per presentare il primo catalogo con tutte le proposte offerte dalle aziende agrituristiche della campagna romana: attività e servizi di natura culturale, sportiva, ricreativa, convegnistica e didattica.

Dopo gli interventi di Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività culturali, e di Lorenzo Tagliavanti, presidente Camera di Commercio di Roma, è stata la volta delle tre organizzazioni agricole con le rispettive associazioni.

Tommaso Buffa, direttore nazionale di Turismo Verde-Cia, ha ribadito l’impegno e il sostegno dell’associazione alle start-up e alle aziende storiche sul turismo esperienziale, dove l’ospite, il viaggiatore, può essere protagonista della propria vacanza, partecipare alle attività dell’azienda, condividere delle emozioni.

Per fare questo però, ha aggiunto il direttore di Turismo Verde, bisogna che ci siano questi presupposti:

  • Unicità, autenticità e identità dell’offerta: non può essere seriale, deve trasmettere i valori rurali in modo semplice e naturale senza alcun artefatto;
  • Coinvolgimento, ascolto e reciprocità: le esperienze devono essere vissute non solo da chi fruisce il servizio, ma anche da chi le propone;
  • Progettazione: l’offerta deve arrivare dopo un lavoro molto accurato;
  • Professionalità: dobbiamo proporre una formazione continua su temi come lo storytelling e lo storyliving;
  • Relazioni e lavoro di squadra: ripensare il territorio in un’ottica di unico sistema dove devono convergere tutte le eccellenze e tutti gli attori interessati al miglioramento della qualità di vita della comunità locale.

Mettendo assieme tutti questi punti, gli agriturismi italiani potranno davvero proporre un’offerta che andrà a coinvolgere emotivamente, intellettualmente e fisicamente l’ospite, che potrà sentirsi, al termine del viaggio, “uno del posto” con un bagaglio culturale e di esperienze, appunto, arricchito.


Tags: #turismo #agriturismo

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017