24 Maggio 2023 | News

Cia partecipa all’Assemblea 2023 dell’Organizzazione mondiale degli agricoltori

#istituzioni #agricoltori #agricoltura #agroalimentare #ricerca
Condividi

Il vicepresidente Bartolini alla quattro giorni in Sudafrica: “Agricoltura e ricerca a lavoro insieme per vincere sfide clima”

Investire nelle soluzioni degli agricoltori per sistemi alimentari resilienti con un impatto positivo sulla natura. Questo il tema centrale della 4 giorni di Assemblea generale dell’Organizzazione mondiale degli agricoltori (WFO), che si è tenuta in Sudafrica a Sun City. Per Cia-Agricoltori Italiani ha partecipato il vicepresidente nazionale Matteo Bartolini.

Obiettivo dell’Assemblea, dal 21 al 24 maggio, evidenziare il ruolo primario degli agricoltori per affrontare le sfide globali della transizione verso sistemi alimentari più green e resistenti, che generano un enorme e positivo impatto sulla natura, attraverso pratiche agricole locali e soluzioni sul campo.

In particolare, Bartolini ha partecipato alla prima giornata dei lavori, nella sessione dedicata al rapporto tra ricerca scientifica e produttori agricoli nell’ambito del progetto “WFO AgMission - Global Producers' Consultation on Climate-Smart Agriculture”.

Per vincere le sfide climatiche -ha detto nel suo intervento il vicepresidente di Cia- la ricerca deve lavorare a stretto contatto con gli agricoltori, partendo dall’ascolto dei bisogni di chi è sempre a contatto con la natura e l'ambiente”. In tal senso, “Cia ha costruito alleanze con altre organizzazioni internazionali e porta avanti progetti importanti come quello sul biocontrollo e sul suolo -ha ricordato Bartolini- che permettono di dare supporto tecnico alle aziende agricole nell’adattamento ai cambiamenti climatici”.

La #WFOGA2023 ha riunito gli agricoltori di tutto il mondo insieme a rappresentanti di governi e istituzioni, centri di ricerca e università, enti e organismi internazionali, istituzioni finanziarie, per cercare risposte comuni e sinergiche che facciano leva proprio sulle “farmers' solutions”.


Seguici su