dal Territorio
Cia Lombardia: ad aziende associate di Pavia i “Tre Bicchieri” del Gambero Rosso
23 Settembre 2020

Il massimo riconoscimento dell’enologia italiana a l’OP Extra Brut Rosé M. Cl. NorEma ‘17 di Calatroni Vini, l’OP Buttafuoco Storico V. Solenga ‘16 di Fiamberti Vini e l’OP Rosso Riserva Cavariola ’16 di Bruno Verdi wines.

Un Buttafuoco, un Metodo Classico e un Rosso Oltrepo’ di aziende associate a Cia-Agricoltori Italiani Pavia sono stati insigniti dei “Tre Bicchieri” del Gambero Rosso, ovvero il massimo dei voti per una delle guide cult del vino.

Si tratta de l’OP Buttafuoco Storico V. Solenga ‘16 di Fiamberti Vini, l’OP Extra Brut Rosé M. Cl. NorEma ‘17 di Calatroni Vini, e l’OP Rosso Riserva Cavariola ’16 di Bruno Verdi wines. Un risultato importante sia per le associate che per il territorio, come ha sottolineato Davide Calvi, presidente di Cia-Agricoltori Italiani Pavia.

“Non posso che essere orgoglioso per le nostre aziende e per la qualità delle loro produzioni -ha dichiarato Calvi-. Questo è l’Oltrepo’ che ci rappresenta e su cui puntiamo”.

Molto soddisfatti per il riconoscimento ottenuto i produttori Cristian e Stefano Calatroni. “Il premio ha per noi un valore importante anche perché esprime la territorialità della nostra azienda, sita in Valle Versa. Siamo felici che tra i migliori vini spumanti ci sia il nostro Pinot, che è l’unico metodo classico rosato della Lombardia ad aver ricevuto i tre bicchieri. E’ anche un riconoscimento alla parte 'rosa' della nostra azienda. Infatti la denominazione NorEma deriva dai nomi delle nostre nipoti Nora ed Emma”.

Ha rimarcato l’importanza del premio ricevuto anche Paolo Verdi, produttore dell’OP Rosso Riserva Cavariola ’16, che ha spiegato: “Si tratta di un vino tipico del territorio prodotto con le quattro uve autoctone della zona. Lo produciamo dal 1985 con metodi naturali, come si faceva una volta. Il vitigno non viene diserbato e vengono utilizzati esclusivamente concimi naturali ed organici. La raccolta viene fatta tutta a mano e la vinificazione avviene in tini di rovere con follature manuali”.

Grande felicità per il riconoscimento ottenuto è stata infine espressa da Giulio Fiamberti di Fiamberti Vini. “Si tratta di una conferma del valore del nostro prodotto e anche della denominazione Buttafuoco che per il secondo anno di seguito riceve questo importante premio -ha dichiarato-. Il Buttafuoco è una denominazione tipica della nostra terra. E se in Oltrepo’ quest’anno ci sono stati 8 Tre Bicchieri e altrettante produzioni arrivate in finale significa che è l’eccellenza di tutto il territorio che cresce. Complimenti quindi anche a tutti i miei colleghi per il lavoro svolto”.


Tags: #vino #azienda #premi #qualità

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017