dal Territorio
Cia Basilicata: il punto su primo insediamento giovani in agricoltura
16 Marzo 2021

La videoconferenza con Agia, Donne in Campo e Aiel

Lo scorrimento della terza graduatoria del Bando sottomisura 6.1 “Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori” del Psr 2014-2020 (Feasr) che tiene fuori circa 90 aziende è stato sollecitato in un incontro (in videoconferenza) promosso da Cia-Agricoltori Italiani Basilicata, Agia, Donne in Campo, Aiel al quale hanno partecipato in collegamento una cinquantina di giovani di varie zone della regione. Al centro della richiesta -è stato sostenuto nella videoconferenza con il presidente nazionale Agia Stefano Francia che ha espresso il sostegno nazionale su questo tema- il mantenimento di un impegno istituzionale assunto con l’approvazione della Misura secondo cui in caso di residui o nuove disponibilità si sarebbe proceduto a finanziare il maggiore numero di domande presentate. In proposito è stato evidenziato che su circa 150 domande posizionate in graduatoria con 75 punti ne sono state finanziate solo 60 perché i criteri prevedono che, in caso di parità di punteggio, sia finanziato il più giovane d’età. Un meccanismo che i giovani e i dirigenti delle organizzazioni del sistema Cia respingono e considerano penalizzante e del tutto incomprensibile.

Si tratta -è stato ribadito- di istanze tutte coerenti con i requisiti del Regolamento 2220/20 transitorio che se non saranno finanziate resteranno definitivamente fuori con una forte esposizione finanziaria in quanto i giovani imprenditori hanno proceduto a proprie spese a realizzare gli investimenti in base al piano aziendale. La videoconferenza è stata l’occasione per una valutazione della situazione di attività dei circa 600 giovani che tra il 2014 e il 2020 hanno utilizzato queste provvidenze. Tra le proposte emerse: correggere la griglia dei criteri di selezione in alcuni punti non adeguata; inserire un sostegno tramite preventivo riparto del budget fra primo insediamento e subentri; considerare un criterio principe  il piano di sviluppo aziendale agganciato a tre fattori innovazione, ampliamento fondiario giornate di lavoro e occupazione.

Su queste basi Cia Basilicata invita Assessore e Dipartimento Agricoltura a procedere sia allo scorrimento delle graduatorie che a predisporre il nuovo bando. Tutto questo rappresenta una scelta lungimirante e investimenti di prospettiva che eleva la qualità della programmazione e qualifica la spesa.


Tags: #Psr #azienda #bando #giovani

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017