dal Territorio
Caro navi: appello organizzazioni agricole contro blocco trasporti
08 Gennaio 2020

Lettera al prefetto di Catania. Tra i firmatari anche Cia Sicilia

Affidato a una lettera l'appello sottoscritto da Cia-Agricoltori Italiani con Confagricoltura, Consorzio Arancia Rossa Igp e Fruitimprese, che chiede al prefetto di Catania, Claudio Sammartino l'intervento "per scongiurare il blocco dei trasporti marittimi che potrebbe causare ingenti danni soprattutto al comparto dell'ortofrutta e degli agrumi".  Le organizzazioni agricole si dicono, infatti, preoccuapate per la situazione che si è venuta a creare a seguito dell'entrata in vigore della direttiva Ue che cambia le regole sull'Imo, (International Maritime Organization), per ridurre l'inquinamento marittimo.

Nel mirino, spiegano, i rincari "pari al 20-25% sul prezzo dei biglietti da e per le isole che porterebbero a un'impennata dei costi di produzione che si ripercuoteranno sui prezzi finali dei prodotti. Il paventato blocco del trasporto merci - scrivono - se si attuasse comporterebbe un rilevante danno economico all'intero settore agricolo".

Nel frattempo, la riunione straordinaria del 7 gennaio, della Consulta regionale dell'Autotrasporto, voluta dall'assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, ha portato dopo un confronto di ore, alla sospensione di ogni forma di protesta come quella già avviata dai tir nei porti siciliani. Epicentro della protesta il porto di Catania, dove alcune associazioni di categoria e il movimento dei Forconi hanno presidiato l'ingresso Darsena del porto. Mentre la situazione era più tranquilla, invece, nei porti di Palermo e Termini Imerese dove non si è verificato nessun blocco delle attività.

Al contempo -secondo quanto dichiarato dall'assessore alle Infrastrutture Marco Falcone- la Consulta regionale ha deliberato all'unanimità di chiedere al Governo nazionale, nella riunione che dovrà tenersi la prossima settimana come comunicato dal viceministro Giancarlo Cancelleri, un ristoro per i disagi che gli autotrasportatori devono patire a causa della chiusura dell'A19 Palermo-Catania e dei relativi transiti alternativi fortemente penalizzanti, ristori sul modello di quanto avvenuto per la Regione Liguria.

Sempre Falcone comunica che "per quanto riguarda invece il rincaro dei trasporti marittimi, la Consulta chiede a Roma di adottare soluzioni idonee al fine di attutire e ridurre gli aumenti a carico degli autotrasportatori. Una di queste potrebbe essere l'estensione agli armatori, per i prossimi tre anni, del Mare bonus.

Alla riunione della settimana prossima al Ministero delle Infrastrutture, il governatore Musumeci sarà presente con una delegazione della Consulta regionale per l'Autotrasporto.


Tags: #prezzi #agricoltori #agricoltura #agroalimentare #export #infrastrutture

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017