15 Maggio 2024 | dal Territorio

Parte con Cia Treviso la Rassegna culturale “Dialoghi di ruralità”

#cultura #agriturismo
Condividi

Primo appuntamento mercoledì 15 maggio a San Vendemiano, presso l’Agriturismo Furlan, con la giornalista e scrittrice Elisa Cozzarini

Dialoghi di Ruralità, il nuovo format culturale che porta gli autori in agriturismo promosso da Cia-Agricoltori Italiani Treviso e Turismo Verde Treviso, ospita mercoledì 15 maggio alle ore 19, a San Vendemiano, presso l’Agriturismo Furlan, la giornalista e scrittrice Elisa Cozzarini per un dialogo sul fiume come elemento che disegna il territorio veneto e trevigiano con i bacini fluviali, i laghi e gli invasi, luoghi custodi di biodiversità.

Con il suo ultimo libro, “Gli intrecci del fiume” edito da Ediciclo Editore e pubblicato a marzo 2024 all’interno della collana “Piccola filosofia di viaggio”, Elisa Cozzarini indaga il fiume come memoria, come passione, come esplorazione, come spazio del selvatico da proteggere, facendo seguito al lavoro di indagine realizzata nel 2013 con il documentario “La Piave. Racconto di un fiume”, nel 2016 con il libro “Acqua guerriera. Vite controcorrente sul Piave” e nel 2018 ha pubblicato “Radici liquide. Un viaggio-inchiesta lungo gli ultimi torrenti alpini”.

Attraverso la parola e l’immagine la rassegna “Dialoghi di ruralità” vuole approfondire il profondo legame, radicato nella tradizione e in costante divenire, tra uomo e i paesaggi rurali, dove natura, agricoltura e comunità sono intrinsecamente connesse. Il dialogo con Elisa Cozzarini diventa l’occasione per parlare dell’acqua, vitale per l’agricoltura e risorsa da preservare e tutelare in relazione a un cambiamento climatico che estremizza la sua disponibilità con periodi di siccità e sovrabbondanza critica dovuta a intensi fenomeni atmosferici.

L’appuntamento, con possibilità di prenotazione sul sito www.ciatreviso.it, proporrà al pubblico la possibilità di fermarsi in agriturismo con la proposta di un agriaperitivo a cura dell’Agriturismo Furlan.

IL LIBRO – “All'origine c'è stato il suono. Il rumore della roggia che sentivo scorrere da bambina, nei luoghi di vita e di gioco, con l'arietta fresca che arrivava dalla montagna ad accarezzarmi. Il rumore bianco. Non me ne accorgevo, ma mi accompagnava ogni volta che mettevo piede fuori casa, quando mi affacciavo alla terrazza in cucina, o dal salotto, oppure quando stavo in giardino. Crescendo, ritrovavo quel suono accanto ai ruscelli, nelle passeggiate in montagna, e mi faceva stare bene. L'ho capito molti anni dopo, quando, andando a trovare la nonna d'estate, mi sono portata un libro e mi sono seduta lì fuori a leggere. E il rumore mi ha portato via. I luoghi più speciali sono avvolti dal suono dell'acqua che scorre libera, ricordo dell'infanzia, di un tempo dilatato che appariva infinito.”

L’AUTRICE - Elisa Cozzarini vive e lavora in provincia di Pordenone. Laureata in Scienze Politiche, si occupa di ambiente, e in particolare di fiumi, da oltre quindici anni. Come giornalista, collabora con La Nuova ecologia, il mensile di Legambiente, e con il magazine online Vita.it. Si dedica al racconto dei luoghi attraverso la scrittura, la fotografia e l’audiovisivo.

L’appuntamento promosso da Cia Treviso e Turismo Verde Treviso, vede la collaborazione della casa editrice Edidiclo Editore, la Libreria Tra le Righe, con il patrocinio dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, il MAB Riserva Monte Grappa, Unpli Veneto e Unpli Treviso, oltre al contributo di Banca Prealpi Sanbiagio.

 


Seguici su