Verona
"2050 e calore rinnovabile dal legno". Convegno Aiel-Cia a Progetto Fuoco
05 Maggio 2022

L’associazione è partner tecnico dell’edizione 2022 della fiera

Condividere con cittadini, operatori del settore e Istituzioni, l’impegno assunto dalla filiera legno-energia-calore per risolvere il tema della qualità dell’aria legato al riscaldamento domestico a biomasse legnose e presentare politiche volte ad accelerare la decarbonizzazione del comparto del riscaldamento. È questo il primo obiettivo di Aiel in qualità di partner tecnico dell’edizione 2022 di Progetto Fuoco, evento clou nel settore del riscaldamento a legna e pellet, in programma alla Fiera di Verona dal 4 al 7 maggio.

I temi della qualità dell'aria e della sostenibilità sono centrali per il settore del riscaldamento a biomassa legnosa e richiedono un impegno congiunto di imprese, istituzioni e pubbliche amministrazioni che porti all’adozione di efficaci politiche di sistema. Progetto fuoco 2002, il più importante evento internazionale dedicato ai sistemi di riscaldamento a biomassa, rappresenta l'occasione ideale per portare intorno allo stesso tavolo i vari interlocutori e discutere di politiche e azioni concrete per accelerare la decarbonizzazione del settore del riscaldamento e migliorare l’aria che respiriamo.

Nella seconda giornata di fiera, giovedì 5 maggio, dalle 9.30 alle 13.00 presso la Sala Convegni nel Padiglione 6, Aiel-Cia propone il convegno dal titolo “2050 e calore rinnovabile dal legno”. I rappresentati delle Regioni Lombardia, Veneto, Piemonte, Toscana, Lazio, Umbria, Campania e del Ministero della Transizione Ecologica si ritroveranno alla fiera di Verona per discutere insieme ai rappresentanti del settore sul futuro del riscaldamento a legna e pellet.

Dopo l’intervento introduttivo di Fabio Romeo del Ministero della Transizione Ecologica dedicato allo stato dell’arte e nuove prospettive in materia di qualità̀ dell’aria, i rappresentanti delle Regioni del Bacino padano (Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna) faranno il punto su azioni, risultati ed obiettivi a breve termine per migliorare la qualità dell’aria e sulle misure introdotte a sostegno del turn-over tecnologico, come ad esempio i bandi di finanziamento regionali che vanno ad aggiungersi all’incentivo nazionale del “Conto Termico”. Sarà inoltre portata l’esperienza di alcune Regioni con aree critiche per la qualità dell’aria, come il Lazio, la Toscana, l’Umbria che hanno attivato politiche mirate per risolvere il problema.

Le proposte della filiera bosco, legno, energia, che saranno illustrate da Valter Francescato Direttore Tecnico di Aiel, includono la necessità di una corretta installazione e manutenzione periodica dell'impianto termico da affidare sempre a professionisti qualificati, l’uso vincolante di biocombustibili di qualità certificata, il popolamento dei catasti informatici degli impianti termici civili e l’avvio di un processo di educazione e scolarizzazione degli utilizzatori finali, con particolare riferimento ai conduttori di impianti dotati di apparecchi manuali alimentati con legna da ardere, in modo che conoscano le corrette modalità di gestione e utilizzo. Nel corso dell’evento, sarà inoltre presentato il nuovo Protocollo d'Intesa proposto da Aiel al Ministero della Transizione Ecologica, che aggiorna il precedente documento del 2018 alla luce delle recenti evoluzioni a livello tecnico e normativo.

Le conclusioni del Convegno saranno affidate al Presidente di Aiel Domenico Brugnoni e all’onorevole Vannia Gava, Sottosegretario alla Transizione Ecologica che esprimeranno le rispettive visioni relative al futuro del settore, tracciando la strada per ulteriori sviluppi.

Leggi tutto il programma qui


Tags: #agroenergie #agricoltura #biomasse #foreste

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017