Attualità
Regolamento Ue rischia di cancellare decreti italiani su etichetta d’origine
12 Gennaio 2018

Potrebbe essere applicato dal 2019. L’approfondimento su Repubblica.it

L’obbligo tutto italiano di indicare in etichetta l’origine di pasta, riso, latte, formaggi e pomodoro potrebbe essere cancellato da un regolamento europeo, previsto nel 2011 ed entrato in vigore nel 2013, che la Commissione avrebbe dovuto varare già quattro anni fa.

E’ in atto una consultazione pubblica sul testo della norma, che si concluderà il primo di febbraio. Potrebbe, così entrare in vigore poche settimane più tardi e si renderà applicabile dall’aprile 2019. In questo modo i decreti introdotti nel 2017 dall’Italia, non appena la Commissione approverà il testo comunitario decadranno.

Come riportato da Repubblica.it il regolamento Ue prevede che sarà obbligatorio indicare l’origine dell’ingrediente primario se diversa da quella del prodotto finito.

L’obbligo non varrà per le indicazioni geografiche protette Dop e Igp ma soprattutto non si applicherà ai marchi registrati che, a parole o con segnali grafici, indicano già di per sé la provenienza del prodotto. Restano però le tutele previste dal regolamento 1169. Tutti i marchi che evocano italianità nel nome o nella grafica, ma che italiani non sono, dovranno comunque recare la precisazione che il prodotto non è made in Italy.

Leggi l’articolo completo


Tags: #etichetta #cibo #europa

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017