Attualità
Cina, in forte crescita la domanda di vino
18 Marzo 2019

L'Italia è il quinto fornitore del Dragone (142,3 mln euro)

Sempre più vino nei calici cinesi. Nel settore dell'import vinicolo, il Paese del Dragone è sempre più in ascesa rispetto ai tradizionali mercati, come gli Usa, Regno Unito e Germania. Sono oltre 200 le cantine e 60 gli espositori riuniti sotto il marchio di Vinitaly che partecipano alla manifestazione in Cina, organizzato da per attrarre sempre di più questo nuovo mercato. Per il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, "Vinitaly è il brand forte del vino italiano in Cina, un marchio riconosciuto su cui stiamo costruendo un modello tutto italiano di promozione in Asia. Il vino tricolore ha bisogno di incrementare la propria posizione in un mercato della domanda cresciuto complessivamente del 106% negli ultimi 5 anni, esattamente 89 volte più di quello tedesco".

Nel 2018, secondo le elaborazioni dell'Osservatorio Vinitaly-Nomisma wine monitor su base doganale riportate da Ansa, la Cina ha acquistato vino per un valore complessivo di oltre 2,4 miliardi di euro, quinta nella classifica dei Paesi importatori. Il sorpasso sulla Germania sembra essere imminente: negli ultimi 5 anni la crescita a valore della domanda cinese è stata infatti del 106,3%, contro un trend fermo a + 1,2% degli acquisti tedeschi (a 2,6 miliardi di euro). L'Italia, quinto Paese fornitore, ha chiuso il 2018 con vendite a 142,3 milioni di euro (-0,2% sul 2017) a meno un milione dalla Spagna. Market leader dell’export in Cina, sempre la Francia, seguita da Australia e Cile.


Tags: #import #fiere #impresa #vino

Mondo CIA

Copyright © 2017 Cia, All Rights Reserved. Cia-Agricoltori Italiani. Via Mariano Fortuny, 20 - 00196 Roma tel. 06 326871 cf: 80213630587 - Created by Web Agency Interact SpA 2017