Biologico: è la Cia l'unica organizzazione agricola presente al Sana 2017

08 settembre 2017
Biologico: è la Cia l'unica organizzazione agricola presente al Sana 2017
 

Prosegue con reciproca soddisfazione la collaborazione tra la Confederazione, il Salone del biologico e del naturale, BolognaFiere. Successo annunciato per questa edizione. 

Il mondo del biologico e del naturale si è dato appuntamento al Sana, alla Fiera di Bologna fino all'11 settembre, e anche la Cia-Agricoltori Italiani si è trasferita per 4 giorni nel capoluogo emiliano per partecipare alla 29esima edizione della manifestazione internazionale dedicata al bio in tutte le sue accezioni.

In particolare la Cia, assieme alla sua associazione di riferimento Anabio. Si tratta dell'unica organizzazione di rappresentanza del mondo agricolo che sostiene e partecipa quest'anno al Sana. Infatti è presente con una vasta area dedicata (Padiglione 26, Stand B99-C98) dove si stanno alternando numerose aziende biologiche associate alla Confederazione con le loro produzioni tipiche: olio, vino, miele e confetture, pasta di grani antichi, farro e orzo, legumi, prodotti ittici, cosmetici a base di olio, piantine aromatiche e officinali, direttamente da Campania, Marche e Toscana.  Oggi espongono le aziende: Mulino Val D'Orcia, Azienda Agricola "Sabatino", Il "Fuco d'oro", "Ittici di Lucia", "Oleificio dell'Orto", Azienda Agricola "Nicola Perretta", Azienda Antonio Orsini e Azienda "il Petraro".

Ampio spazio anche al dibattito e all'informazione per la Cia al Sana, con la tavola rotonda "Agricoltura 4.0 - Compatibilità e adattamento all'agricoltura biologica e biodinamica", che si terrà sabato 9 settembre alle ore 10 nella Sala Gallery 21/22 presso il mezzanino Padiglioni 21/22. Dopo i saluti del presidente nazionale di Anabio Federico Marchini, interverranno ai lavori: Filippo Renga, responsabile Smart Agrifood; Andrea Berton, CNR-IFC Firenze; Alessandro Matese, CNR-Istituto di Biometereologia Firenze. Al dibattitto prenderanno parte poi Luca Bianchi, Capo Dipartimento Mipaaf; Paolo Carnemolla, presidente Federbio; Sandro Liberatori, direttore ENAMA; Lorenzo Foglia, Vodafone; Michele Pisante, presidente CREA; Matteo Ansanelli, presidente Agricoltura è Vita. Terrà le conclusioni Antonio Dosi, vicepresidente nazionale della Cia.

Durante i lavori sarà presentato il case history dell'azienda agricola associata di Raffaella Mellano, esempio perfetto di agricoltura bio 4.0, oltre a un focus sulle evoluzioni e le tendenze del comparto.