Frutta e latte nelle scuole: da Consiglio Ue consenso di massima a nuovo schema per la distribuzione

15 dicembre 2015
Frutta e latte nelle scuole: da Consiglio Ue consenso di massima a nuovo schema per la distribuzione
 

Durante il Consiglio dei ministri dell'Agricoltura dell'Ue, riunito ieri a Bruxelles, si è discusso in particolare del regime di frutta e latte nelle scuole. La presidenza lussemburghese ha annunciato il raggiungimento dell'accordo con il Parlamento europeo sulla proposta di regolamento relativa al nuovo schema per la distribuzione di frutta e latte nelle scuole primarie.

Il nuovo regime, su cui si è registrato il consenso di massima tra i ministri presenti, potrà contare su una dotazione finanziaria complessiva a livello comunitario di 250 milioni di euro (150 per prodotti ortofrutticoli e 100 milioni per latte e prodotti lattiero-caseari). Inoltre, sarà possibile trasferire fino al 20%, o 25% in casi straordinari, delle risorse da una categoria di prodotti a un'altra. I prodotti includeranno anche prodotti trasformati, come i formaggi ad esempio.

Il testo della proposta, destinato agli alunni di età compresa tra i 6 e i 10 anni, sarà esaminato e approvato formalmente nell'ambito del CSA che si terrà domani 16 dicembre e potrà essere applicato a partire da agosto 2017.