A Bruxelles la bilaterale tra Scanavino e il commissario Ue Andriukaitis

07 marzo 2017
A Bruxelles la bilaterale tra Scanavino e il commissario Ue Andriukaitis
 

Al centro dell'incontro le problematiche fitosanitarie che coinvolgono alcune produzioni europee, come la Xylella, e i rischi sugli agrumi.    

I problemi fitosanitari che colpiscono le produzioni agricole europee, in particolare la Xylella, e i rischi connessi al settore degli agrumi: questi i temi al centro della bilaterale tra il presidente nazionale della Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino e il commissario Ue per la Salute e la Sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis, che si è tenuta oggi a Bruxelles al Berlaymont.

Andriukaitis ha ribadito l'apertura politica dell'Europa alla possibilità di reimpianto di nuovi uliveti nell'area investita da Xylella fastidiosa in Puglia: un segnale positivo che la Cia spera possa diventare presto operativo e favorire così il rilancio produttivo dell'economia agricola delle zone olivicole colpite dal batterio.

Sul fronte agrumi, Scanavino ha valutato positivamente la sensibilità del commissario Ue sulle problematiche del settore, ribadendo la necessità di esercitare a livello comunitario maggiori e continui controlli coordinati sull'import, capaci di prevenire l'ingresso di nuove pericolose malattie come il Citrus Black Spot, che potrebbero innescare una ‘seconda Xylella'.

Nel corso dell'incontro si è parlato anche delle malattie che colpiscono la zootecnia, come la blue tongue in Italia, su cui è giusto prestare attenzione con controlli adeguati ma senza bloccare la libera circolazione del bestiame. Inoltre, ci si è concentrati sulla creazione della piattaforma europea sul benessere animale: uno strumento utile per tutelare allevamenti e produzioni -ha concluso il presidente della Cia- a patto che non si traduca in nuove norme e in un ennesimo eccesso di burocrazia.   

il Territorio come Destino
Nuova agricoltura news
Bandiera verde
La spesa in campagna
Turismo verde