Cordoglio per l'improvvisa scomparsa di Massimo Pacetti: fu Presidente nazionale della Cia

26 novembre 2016
Cordoglio per l'improvvisa scomparsa di Massimo Pacetti: fu Presidente nazionale della Cia
 

Si è spento a Roma in seguito a un malore. Toscano di nascita, aveva 69 anni. 

Cordoglio per l'improvvisa scomparsa di Massimo Pacetti. Fu il secondo Presidente nazionale della Cia, ricoprendo la carica dal 2000 al 2004.

Toscano di Sesto Fiorentino (FI), anno 1947, iniziò giovanissimo la propria attività nell'Organizzazione dove ricoprì la carica di Presidente provinciale, poi divenne Presidente regionale della Cia Toscana, fino a succedere a Giuseppe Avolio nel ruolo di Presidente nazionale della Confederazione.

Fu anche presidente del Cno-Consorzio nazionale degli olivicoltori dal 1991 al 2001. Consigliere nel Cnel e Accademico dei Georgofili di Firenze.

Terminato l'impegno nel mondo della rappresentanza, Massimo Pacetti si è dedicato costantemente alla poesia, una passione che aveva sempre coltivato, in particolare dopo la drammatica perdita del suo unico figlio Matteo, deceduto in un incidente di montagna nel 1997.  Negli ultimi anni aveva editato molti libri e saggi per i cui ha ricevuto anche numerosi riconoscimenti.  

Si è spento stamane, a Roma,  in seguito a un malore improvviso.

Tutta la Cia, in questo momento di dolore, si stringe ai familiari e alle persone più care per Massimo.

il Territorio come Destino
Nuova agricoltura news
Bandiera verde
La spesa in campagna
Turismo verde