ILARY REY
Az. agricola "Bacco" Sicilia

ILARY REY

Ilary Rey è una ragazza di 28 anni, una vera e propria "manager" che insieme al marito ha creato un'azienda giovane e internazionale che produce e trasforma in prodotto finito il pistacchio di Bronte.

Rinomato in tutto il mondo per la sua unicità, il pistacchio di Bronte, cresce esclusivamente sui terreni lavici dell'Etna ed è riconoscibile grazie al colore verde smeraldo, un profumo intenso ed un gusto particolarmente saporito. La raccolta avviene ancora in modo totalmente manuale, direttamente dagli alberi, facendo cadere i frutti dentro un contenitore portato a spalla o scuotendo i rami per raccoglierli su teli stesi ai piedi delle piante o, in alcuni casi, anche attraverso l'uso di un ombrello capovolto. Un gioco veloce di mani pazienti e macchiate dall'abbondante resina dei rami, una festa e una fatica tanto attese alle quali, con diversi compiti, partecipa tutta la famiglia: donne, nonni e bambini compresi. Il colore verde intenso dei cotiledoni, la forma allungata, il sapore aromatico e l'alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi dei frutti sono difficilmente riscontrabili in altre aree di produzione e fanno riscuotere al pistacchio di Bronte una netta preferenza rispetto al prodotto di altra provenienza. La raccolta del pistacchio brontese è biennale e generalmente supera i 30 mila quintali che rappresentano circa l'1% della produzione mondiale.

Ilary si laurea in "Internazionalizzazione delle Relazioni Commerciali" all'Università di Catania e segue un master in "Internazionalizzazione delle imprese" svolgendo uno stage di tre mesi a Chicago presso l'American Chamber of Commerce of Midwest, contribuendo all'organizzazione di eventi per la promozione del Made in Italy quali la fiera "Food and Wine" di Chicago e la "Fashion Week" di Dallas. Queste esperienze segnano il suo percorso professionale: Ilary comprende che può sfruttare i suoi studi e le competenze acquisite per valorizzare le eccellenze del suo territorio.

Nata a Bronte, comune di 20mila abitanti, Ilary non aveva mai pensato di tornare a lavorare nel suo paese fin quando incontra Claudio, suo futuro marito, con cui inizia a lavorare in azienda. Da lì a breve, Ilary e Claudio costituiscono, grazie ai loro studi, la "Bacco srl", un'azienda giovane (i dipendenti hanno un'età compresa tra i 22 e i 36 anni) e soprattutto "rosa" (l'80% sono donne). Grazie ai continui investimenti in studi e ricerche di settore, rispettando i più severi parametri di qualità e la voglia di sviluppare nuove soluzioni per un mercato vasto ed eterogeneo e sempre più competitivo, l'azienda si è afferma in Italia e all'estero per l'esportazione di prodotti finiti e semilavorati per l'industria dolciaria.

La politica aziendale prevede la pianificazione di attività di internazionalizzazione e commercializzazione del pistacchio per servire mercati che danno ancora ampie possibilità di penetrazione, offrendo un "prodotto artigianale" per un target che predilige il sapore, la genuinità e la certezza della provenienza, sinonimo di qualità e gusto; caratteristiche peculiari del prodotto tipico siciliano, comprovato dalla certificazione Dop che ne attesta la genuinità dell'origine.  Ilary è attenta a tutti i processi aziendali che vanno dalla materia prima al prodotto finito: monitora e verifica le metodiche di lavorazione ed il rispetto di requisiti igienici garantendo la sicurezza degli alimenti. L'azienda ha la certificazione Iso9001 e la certificazione internazionale Brc.

Ilary non si stanca mai, è appassionata di viaggi, musica, suona il clarinetto e il pianoforte. Continua a sperimentare e ad informarsi convinta che le regole del successo risiedano nella capacità di ognuno di rischiare, di studiare e innovarsi. Insieme al marito possiedono otto ettari di terreni coltivati a pistacchietto con una produzione di circa 7.000 kg di pistacchi in guscio.