Cia, Cittadinanzattiva e Uildm insieme per “abbattere” le barriere nelle scuole

13 marzo 2013
Le tre organizzazioni scendono in campo per raccogliere le istanze della popolazione sullo stato strutturale degli istituti e per aiutare gli studenti diversamente abili. È assurdo come nel 2013 nel nostro Paese ci siano ancora strutture scolastiche che non consentono ai ragazzi disabili di accedere comodamente ai luoghi didattici. Sia nelle città che nelle aree rurali molte scuole non rispettano le norme minime e basilari sulla sicurezza e presentano barriere architettoniche che ostacolano l’integrazione tra studenti. Per questo, Cittadinanzattiva onlus, con cui la Cia-Confederazione Italiana Agricoltori ha sottoscritto un protocollo di collaborazione, insieme alla Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare onlus) promuove il progetto "Assente ingiustificato 2013, perché le barriere a scuola non hanno giustificazione". Obiettivo del progetto, al centro della IX Giornata nazionale Uildm dedicata all'inclusione sociale dei giovani studenti con disabilità, è quello di dimostrare come senza barriere fisiche i ragazzi disabili possano fruire dei servizi scolastici con e come tutti gli altri. Per questo, nelle piazze italiane dal 18 al 31 marzo la Uildm distribuirà, con un contributo minimo di 5 euro, la "farfalle della solidarietà". Si tratta di un simpatico peluche ripieno di ovetti di cioccolata, corredato con materiale informativo sull’associazione e sulle malattie neuromuscolari. Nello stesso periodo, sarà possibile inviare un sms solidale (telefono 45508), il cui ricavato verrà interamente devoluto all'abbattimento delle barriere strutturali. Queste verranno rilevate da uno specifico monitoraggio che si svolgerà, nel periodo gennaio/maggio 2013, in 434 scuole italiane. Cia e Cittadinanzattiva attiveranno quindi un monitoraggio anche nelle scuole rurali e nei piccoli comuni, raccogliendo le segnalazioni e le denunce della popolazione, con l’obiettivo di rilevare gli aspetti legati alla sicurezza strutturale degli istituti, alla loro manutenzione, all’igiene degli edifici scolastici, tutto visto nell'ottica degli studenti disabili. Nel periodo novembre/dicembre 2013, con il ricavato degli sms solidali si provvederà all'effettivo abbattimento, dove è possibile, di eventuali barriere che impediscono ai disabili di frequentare una determinata scuola. Oppure fornire gli istituti di attrezzature e ausili informatici, software e sussidi specifici per l’apprendimento (come banchi ergonomici o sedie speciali dotate di braccioli). A questo progetto Cittadinanzattiva dedica anche la raccolta del 5 per mille legata alla dichiarazione dei redditi 2013. Per dare il proprio contributo al progetto, basta contattare le strutture territoriali di Cittadinanzattiva, rintracciabili nel sito <a href="http://www.cittadinanzattiva.it/">www.cittadinanzattiva.it</a>, oppure la Fondazione Humus della Cia (<a href="http://www.cia.it/">www.cia.it</a>). Per segnalare barriere architettoniche ed altre anomalie è possibile compilare il modulo che trovate allegato. Per ulteriori informazioni http://.<a title=blocked::http://cittadinanzattiva.it/progetti-e-campagne/scuola/sicurezza-a-scuola/4648-assente-ingiustificarto.html href="http://cittadinanzattiva.it/progetti-e-campagne/scuola/sicurezza-a-scuola/4648-assente-ingiustificarto.html" target=_blank>cittadinanzattiva.it/progetti-e-campagne/scuola/sicurezza-a-scuola/4648-assente-ingiustificarto.html</a>.
il Territorio come Destino
Nuova agricoltura news
Bandiera verde
La spesa in campagna
Turismo verde