Appuntamenti dal 13 al 19 marzo

13 marzo 2017

Scanavino al convegno sul pomodoro da industria organizzato da Cia Toscana

"Le prospettive del pomodoro da industria in Toscana" è il titolo del convegno che si tiene lunedì 13 marzo a Venturina Terme (Campiglia Marittima - Livorno) presso la Saletta "Giorgio La Pira", organizzato da Cia Toscana. Il programma prevede l'apertura dei lavori e i saluti con Rossana Soffritti, sindaco di Campiglia Marittima; Luca Brunelli, presidente Cia Toscana; l'introduzione di Cinzia Pagni, presidente Cia Livorno. La parola ai protagonisti con Pasquale Petti, Italian Food Spa; Enzo Rossi, Conserve Italia; Giancarlo Ferri, Asport; Antonio Dosi, vicepresidente Cia; Stefano Francia, presidente Gie nazionale ortofrutta; Massimo Chiavaroli, coordinatore regionale Gie pomodoro da industria. Seguono gli interventi di Marco Remaschi, assessore all'Agricoltura Regione Toscana e Andrea Olivero, viceministro alle Politiche agricole. Le conclusioni sono affidate al presidente nazionale della Cia Dino Scanavino.

 

Il presidente della Cia a Mosca per il Forum Economico dei Paesi CSI

Il presidente nazionale della Cia Dino Scanavino sarà a Mosca, venerdì 17 marzo, per prendere parte al Forum Economico Internazionale della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI), la Confederazione composta dalla maggior parte delle repubbliche dell'ex Unione Sovietica (Azerbaijan, Armenia, Bielorussia, Kazakhstan, Kyrgyzstan, Moldavia, Russia, Tajikistan, Turkmenistan, Uzbekistan, Ucraina). Al Forum, che si terrà presso il World Trade Centre, saranno presenti: vicepremier provenienti dalla CSI, ministri, membri del Consiglio economico CSI, rappresentanti della CEE, le Agenzie per lo sviluppo economico, le Camere di commercio e industria, dell'agricoltura, le Associazioni del trasporto e dell'istruzione, il settore bancario e finanziario. Il Forum si terrà in concomitanza con la 73° riunione del Consiglio economico CSI e sarà dedicata una sessione "ad hoc" all'agricoltura e ai prodotti alimentari ecologici e sicuri. In particolare, si parlerà di come creare le condizioni per aumentare la produzione e migliorare la qualità e la sicurezza del settore nella CSI; della formazione di un comparto autosufficiente nell'area, anche sotto il profilo dei macchinari e delle infrastrutture (miglioramento tecnologico della lavorazione, della trasformazione, del trasporto e dello stoccaggio dei prodotti agroalimentari e sviluppo di un sistema comune di condivisione delle informazioni per sviluppare l'agricoltura).