Indietro

Riparte il Festival dell’Agriturismo: con gli Agrichef la biodiversità è a tavola

Riparte il Festival nazionale dell'Agriturismo: con gli Agrichef la biodiversità è a tavola

07 settembre 2016
Riparte il Festival nazionale dell'Agriturismo: con gli Agrichef la biodiversità è a tavola
 

Torna dopo la pausa estiva la manifestazione organizzata da Cia e Turismo Verde. Stasera la prima cena a Roma all'azienda agricola "Cobragor".

Dopo la pausa estiva, tornano gli appuntamenti con la cucina "secondo campagna" degli Agrichef all'interno del secondo Festival nazionale dell'Agriturismo promosso da Cia-Agricoltori Italiani e Turismo Verde.

Sulla scia del successo del primo Festival in occasione di Expo 2015 a Milano, quest'anno gli Agrichef si sono dati appuntamento nel Lazio, dove trenta aziende agricole già da marzo ospitano nelle proprie cucine i "colleghi" Agrichef provenienti da tutte le regioni d'Italia. L'obiettivo è fondere insieme le tradizioni enogastronomiche del luogo con quelle di altri territori, dando vita a menù straordinari e biodiversi per soddisfare i gusti del cliente più attento.

Si riparte oggi 7 settembre, con la prima serata nell'azienda agrituristica "Cobragor" di Roma che accoglierà l'azienda "Cascina Caremma" del Milanese, per una cena dai sapori "lazial-lombardi". Il Festival proseguirà, poi, fino alla metà di novembre con nuove tappe diffuse su tutto il territorio regionale.

Chi è l'Agrichef: Intanto si tratta di una definizione che vanta già innumerevoli casi d'imitazione (ma il marchio originale depositato è della Cia). Quelli che hanno ottenuto il riconoscimento sono finora un centinaio. L'Agrichef è un cuoco/cuoca di comprovata abilità ed esperienza che esercita il suo mestiere all'interno della cucina dell'agriturismo, impegnandosi a trasformare principalmente produzioni agricole aziendali, o di prossimità, nel rispetto della stagionalità e dei saperi contadini, e utilizzando nella realizzazione dei piatti ingredienti legati alla tutela della biodiversità.

L'estate ha premiato gli agriturismi: Nell'anno del rilancio per le vacanze, con quasi 20 milioni di italiani in viaggio, l'agriturismo si è confermato una meta ambita per i turisti, con 1,6 milioni di ospiti solo ad agosto, soprattutto stranieri (+5%), e una stima di crescita dell'8% delle presenze a 7,2 milioni di visitatori per tutta la stagione (giugno-settembre). Negli agriturismi, d'altra parte, c'è il relax della campagna ma non così lontano dal centro urbano; l'opportunità di soggiornare, risparmiando, vicino al mare o in montagna o accanto alle città d'arte; e soprattutto c'è l'aspetto enogastronomico, con una ristorazione attenta alla stagionalità dei prodotti e menù legati al territorio e alle tradizioni locali. E per metà degli italiani andare in vacanza vuol dire proprio questo: riposo (25%), buona tavola (19%) e attività ricreative e culturali (13%). In Italia -ricordano Cia e Turismo Verde- gli agriturismi sono 21.744, con una crescita del 4,1% nell'ultimo anno, per un totale di 232.580 posti letto, 423.777 coperti a tavola e 9.263 piazzole di sosta per l'agri-campeggio (+13% rispetto al 2015). In più, circa la metà delle strutture (10.298) permette di praticare equitazione, escursionismo, trekking, mountain-bike, osservazioni naturalistiche, sport, corsi vari, soprattutto di cucina.

il Territorio come Destino
Nuova agricoltura news
Bandiera verde
La spesa in campagna
Turismo verde